Federazione Coldiretti Rovigo

Informazioni generali sul territorio della Provincia

La Struttura Coldiretti:

Sistema Servizi Coldiretti:

Link consigliati da Coldiretti:

Le Federazioni Provinciali Coldiretti:

Ricerca nel sito Coldiretti:


Area Riservata:

Utente

Password

Home > Coldiretti Rovigo > News & Eventi

News & Eventi

Informazioni Coldiretti

N. - 28/09/2018

Coldiretti Rovigo: Onu, vince il made in Italy, sventato l’attacco alle tipicità

Olio extravergine di oliva, grana padano e prosciutto di Parma, sono alcuni dei prodotti salvati dalla decisione dell’Onu sul documento per la lotta alle malattie non trasmissibili. Il rischio, infatti, era il ricorso a bollini ed etichette allarmanti sui contenuti di prodotti tipici del made in Italy e della dieta mediterranea. “È stata sventata una pericolosa deriva internazionale per mettere sul banco degli imputati i principali prodotti del made in Italy, a causa del loro contenuto in sale, zucchero e grassi anche con l’apposizione di avvertenze o immagini shock sulle confezioni per scoraggiarne i consumi al pari delle sigarette”. Così il presidente provinciale di Coldiretti Rovigo, Carlo Salvan commenta la versione definitiva e corretta del documento del Terzo Forum di alto livello delle Nazioni Uniti sulle malattie non trasmissibili in cui non si menzionano strumenti dissuasivi su prodotti alimentari e bevande. “Un passo in avanti nella battaglia sostenuta da Coldiretti per evitare di promuovere elementi visivi, come il bollino nero, a discapito dei prodotti della dieta mediterranea come il Grana Padano” spiega il Presidente. In Cile, infatti, si è già iniziato a marchiare con il bollino nero, sconsigliandone di fatto l’acquisto, prodotti come il Parmigiano, il Gorgonzola, il prosciutto e, addirittura, gli gnocchi. Ma è significativo anche il caso dell’etichetta a semaforo adottata in Gran Bretagna, che finisce per escludere nella dieta alimenti sani e naturali che da secoli sono presenti sulle tavole, per favorire prodotti artificiali di cui in alcuni casi non è nota neanche la ricetta. “Il bisogno di informazioni del consumatore sui contenuti nutrizionali deve essere soddisfatto nella maniera più completa e dettagliata, ma anche con chiarezza – continua Salvan - a partire dalla necessità di usare segnali univoci e inequivocabili per certificare le informazioni più rilevanti per i cittadini, mentre sistemi troppo semplificati cercano di condizionare in modo ingannevole la scelta del consumatore”. Un corretto regime alimentare si fonda, infatti, sull’equilibrio nutrizionale tra i diversi cibi consumati e non va ricercato sullo specifico prodotto. ”È stato scongiurato un pericolo rilevante per il made in Italy agroalimentare – conclude il presidente Carlo Salvan - che nel 2018 ha messo a segno un nuovo record delle esportazioni con un +3% nei primi sei mesi dopo il valore di 41,03 miliardi del 2017”.

Stampa

contatta: rovigo@coldiretti.it
Federazione Provinciale Coldiretti Rovigo
Tel. +39 0425 2018 - Fax +39 0425 423538